Chat GPT: come utilizzarlo per contenuti SEO e Marketing?

L’intelligenza artificiale sta prendendo piede in ogni ambito della vita umana e questa è ormai una storia vecchia. La grande novità, che da mesi è sulla bocca di tutti è la Chat GPD, forma di intelligenza artificiale che si basa sulla conversazione tra uomini, pensata per offrire risposte discorsive e che viene sempre più utilizzata per alcune forme di business, grazie alla sua capacità di snellire alcune procedure.

Una novità che si sta facendo strada velocemente, soprattutto nella SEO e nel marketing, in quanto in grado di dare risposte più o meno puntuali, a domande di tipologia molto diversa tra di loro. Un software che sembra essere in grado di generare dei testi autentici di ogni genere, fornendo pochissime indicazioni.

Essa svolge il suo lavoro andando ad incrociare quelli che sono i dati raccolti in un grande database. Grazie alla Chat GPT vengono generati modelli diversi che si basano proprio sul linguaggio impiegato tra gli umani. All’apparenza tutto perfetto, ma come si dice? “Non è tutto oro quello che luccica” …

Per conoscere meglio questa forma di intelligenza artificiale ti consigliamo di continuare a leggere questa breve guida a riguardo.

Cos’è Chat GPT

GPT è un acronimo che sta per Generative Pretrained Transformer. Una vera e propria rivoluzione che potrebbe abbracciare un gran numero di aziende, per quello che riguarda il modo in cui esse fanno business. L’applicazione della Chat però, sembra non fermarsi qui, in quanto sembra essere in grado di toccare molti settori, tra cui anche l’istruzione. Uno strumento che ad oggi trova vasta applicazione e che è stato sviluppato da un’organizzazione che ha incentrato il suo know how sulla ricerca per quello che riguarda l’intelligenza artificiale.

Le opinioni su tale strumento, come spesso succede, si dividono tra chi è favorevole e chi invece non crede nella sua efficacia o comunque ne predica un utilizzo razionale e controllato. La sua possibile capacità di snellire le procedure lavorative ha fato in modo che si accendesse l’attenzione nei suoi confronti e si aprisse a una larga applicazione della stessa. Una possibile minaccia nei confronti di alcune professioni, per via della capacità (più o meno veritiera) di sostituire il lavoro dell’uomo.

Il suo funzionamento è molto basilare e sostanzialmente si basa su delle ricerche incrociate, le stesse che farebbe l’uomo per dare risposte a delle domande, ma con un impiego di tempo di gran lunga ridotto.

Pur avendo riscosso un buon successo tra gli utenti, la Chat GPT non è l’unico software che si avvale di un funzionamento di questo genere, ma sicuramente sembra essere quella maggiormente aggiornata su argomentazioni di vario genere.

Funzionamento di Chat GPT

La tecnologia utilizzata nella Chat sembra essere in grado di comprendere il linguaggio umano e in qualche modo di replicarlo; in grado di sfruttare la naturale interazione tra il computer e l’uomo. Questo software si basa su un algoritmo che analizza costantemente i dati a cui si accede e la quantità di informazioni che si possono acquisire dal web direttamente.

Per l’utente l’utilizzo è molto semplice, deve solo porre una domanda all’intelligenza artificiale che automaticamente procederà con l’analisi dei dati e quindi creerà un testo con la risposta inerente. Quello che si ottiene dal lavoro della chat, può essere utilizzato in diversi modi essendo un testo pronto per essere divulgato, pur avendo bisogno di qualche accorgimento.

Certo non ci si può aspettare un lavoro perfetto, ma ci sarà tempo per soddisfare tutti, visti i continui miglioramenti pensati per questa intelligenza e i suoi servici.

È possibile affermare che, in effetti, la Chat GPT non ha poche potenzialità e che può essere applicata tanto all’ambito strettamente personale che al business. In fondo l’utilizzo è estremamente semplice, anche grazie alla sua compatibilità con qualunque device elettronico dotato di connessione internet. È sufficiente accedere al sito principale openai.com e quindi utilizzare la sezione Chat GPT dopo essersi registrati con i dati principali dell’utilizzatore del servizio. La registrazione può avvenire o scegliendo una mail apposita, o utilizzando il proprio account Google o Microsoft già esistenti.

Quindi per poter avere il proprio testo si andrà ad inserire la richiesta nell’apposito spazio e poi sarà il software a fare il resto. Probabilmente proprio la semplicità di utilizzo e la vastità di applicazioni, che contraddistingue questa piattaforma hanno portato a un così elevato successo della stessa. Il link per poter accedere a chat GPT – disponibile oggi in versione gratuita (ma si possono acquistare “crediti”) o in versione Plus a pagamento con migliori prestazioni, è questo: https://chat.openai.com/chat

Come Chat GPT può aiutare il business

Moltissime sono le curiosità per quello che riguarda l’utilità che la Chat GPT può avere nella gestione di un qualunque tipo di business. I liberi professioni se ne possono avvalere, ad esempio, per andare a svolgere una serie di attività ripetitive o comunque quei compiti in cui si ha bisogno di una risposta veramente immediata.

Sicuramente sembra essere uno strumento in grado di velocizzare il lavoro, anche se occorre saperlo utilizzare nella maniera corretta, senza spersonalizzare troppo alcune fasi di un qualunque incarico che il professionista può ricoprire. Ad oggi la maggiore applicazione della Chat GPT la si vede nel settore digitale, lavori che potrebbero subire una vera e propria rivoluzione per quello che riguarda la gestione delle richieste dei singoli clienti.

Da quando questo software ha visto puntare su di sé i riflettori, sono stati molti i business che sono stati colpiti, anche se ancora non è chiaro se sarà un cambiamento definitivo o semplicemente un fenomeno di passaggio, come ce ne sono stati molti altri. Di sicuro ci sono alcuni colossi che si sono mossi a favore sia di Chat GPT che di OpenAI, tra di loro Microsoft che non ha fatto mistero del voler investire ingenti somme nel progetto negli anni a venire.

Quello che c’è stato tra Microsoft e OpenAI è un accordo in cui sono state programmate una serie di iniziative, tra cui l’implementazione di cloud Azure con le funzionalità dell’intelligenza artificiale.

Chat GPT: copywriting e SEO con intelligenza artificiale

Ma l’ambito che ha subito i maggiori cambiamenti a seguito dell’esplosione della popolarità della Chat GPT è sicuramente il copywriting e quindi la stesura dei testi per il web e non solo. Questo lo si deve alla capacità del sistema di andare a generare dei post su qualsiasi argomento, con l’utilizzo delle informazioni a sua disposizione.

Occorre però specificare che gli articoli prodotti dalla Chat GPT sono in genere selle semplici bozze, a cui andrebbe poi integrato quello che è il punto di vista dell’autore, indispensabile per rendere la scrittura molto più personale ed accattivante. Una soluzione che potrebbe essere valida, soprattutto nella stesura di molteplici testi, simili tra loro, ovvero la produzione di podcast e video per i canali social.

Un sistema che offre sicuramente il grande vantaggio della velocità di rielaborazione dei testi, ma che comunque presenta dei limiti. In effetti, come accennato poco fa, i testi creati dalla piattaforma, non sfuggono al bisogno di una rielaborazione da parte del professionista, per evitare che vi siano errori all’interno del testo, concetti che non vengono inseriti, seppur molto importanti e incoerenze testuali date da una fallibilità del programma stesso, pensato per coadiuvare il lavoro umano e non per sostituirlo.

Un utilizzo che deve dunque essere contestualizzato. Se il settore in cui si opera non presenta una particolare competitività, allora l’utilizzo dell’intelligenza artificiale, può trovare una risposta che sia effettivamente efficace anche senza l’intervento umano, in quanto non vi è bisogno di produrre testi di alta qualità per poter avere la meglio sui proprio competitor. Ma quando si entra in settori altamente competiti il discorso cambia in maniera radicale e il sistema non può sostituire del tutto il lavoro del copy.

Leggermente differente il discorso per quello che riguarda i SEO per via della capacità di Chat GPT di:

  • Procedere con l’ottimizzazione delle sorgenti;
  • Sviluppo di script in maniera autonoma;
  • Supporto del lavoro di progettazione e rilevazione delle sorgenti.

Insomma, per quello che riguarda la SEO e il copwriting il sistema AI può solo che essere un aiuto per l’intero lavoro, ma non dovrebbe trasformarsi in una minaccia per il lavoro dei professionisti.

Lo stesso si può dire del settore delle traduzioni in cui però, Chat GPT sembra trovare comunque una buona applicabilità. Quello che viene offerto è sicuramente un servizio veloce e anche molto più attendibile dei classici traduttori utilizzati fino a questo momento, anche se è indispensabile poi rileggere il testo per evitare imprecisioni di qualsiasi genere.

Le altre applicazioni di Chat GPT

Quello che è certo è che, viste le vaste possibilità che il sistema offre, sono stati numerosi i campi di applicazione dello stesso, in alcuni di essi sembra essere veramente valido e apprezzato. Di seguito ne vediamo alcuni.

Codici di programmazione

Restando in ambito digitale il software AI può essere di grande aiuto per quello che riguarda la stesura del codice per la programmazione informatica. Non sono pochi i web designer e gli sviluppatori che hanno iniziato a sfruttarne le potenzialità per la composizione delle pagine di codice, ovvero per rilevare alcuni errori.

Utile, dunque, per procedere con le correzioni, andando ad inserire quelli che sono i parametri a cui ci si vuole ottenere e quindi aspettando che il sistema offra una risposta. In tale ottica Chat GPT diventa un buon braccio destro per le aziende e per i liberi professionisti, che si occupano del settore informatico e digitale.

Customer service

Per gli e-commerce e per i siti web che offrono servizi, avere un buon servizio clienti è un grande vanto e in alcuni casi diviene anche elemento discrezionale per quello che riguarda la scelta da parte del consumatore. Proprio in tale ambito la Chat GPT trova quella che può essere definita come una delle sue migliori applicazioni, considerando che riesce ad offrire delle risposte mirate a quelle che sono le domande che vengono poste con maggiore frequenza dai consumatori.

Una funzionalità interessante, che permette di risparmiare molto tempo all’azienda che offre servizi online, mentre regala anche notevole soddisfazione al consumatore. Ribadiamo che però, le domande a cui l’IA è in grado di rispondere sono quelle a carattere generico, quindi è comunque indispensabile garantire la presenza umana che sia in grado di intervenire nel caso in cui il cliente ne abbia bisogno, per evitare che si senta poco preso in considerazione o comunque abbandonato a se stesso.

In altre parole, nonostante l’efficacia del sistema, è importante non sottovalutare alcuni rischi come:

  • Assenza di interazione;
  • Informazione incompleta;
  • Insoddisfazione del cliente;
  • Perdita di potenziali acquirenti dei propri servizi.

Quindi, se non utilizzata con estrema attenzione, l’intelligenza artificiale, non solo potrebbe non essere di vero aiuto, come invece si propone di essere, ma potrebbe diventare un elemento di disturbo, un qualcosa che rema contro a quelle che sono le reali potenzialità dell’e-commerce a cui viene applicato.

Ricerche a carattere statistico

Altro ampio ambito di applicazione della Chat GPT sono le ricerche di tipo statistico, sulle quali è possibile ottenere una serie di risposte ed informazioni valide ed efficaci. In tal senso, l’IA trova applicazione soprattutto nel caso in cui il professionista che sta svolgendo un lavoro a carattere scientifico abbia bisogno di avere, in maniera molto veloce, dei dati espliciti.

Informazioni che si possono ottenere anche semplicemente, con delle ricerche sul web, ma in tale caso l’Intelligenza artificiale va ad offrire delle comparazioni immediate, rendendo tutto il processo molto più veloce. Il compito dell’autore, in questo caso, è quello di verificare che le informazioni siano effettivamente veritiere, aiutatosi anche con quelle che sono le sue personali conoscenze in materia, prima di procedere con la ricerca di mercato.

Social media

Ovviamente a questa nuova corrente, che sia o meno temporanea o destinata a durare nel tempo, non poteva certo sottrarsi i social media e tutte le operazioni di marketing che intorno a loro tendono a svilupparsi. In questo ambito quello che può fare la Chat GPT è dare supporto per quello che riguarda la creazione di efficaci post pubblicitari adattandoli a tutte le piattaforme social esistenti.

Si può utilizzare l’IA per la generazione di contenuti che siano completamente nuovi, ovvero per la stesura dei piani editoriali per la programmazione delle pubblicazioni social. Allo stesso modo il software si rivela efficace nell’analisi di quelle che sono le nuove tendenze del web che sono destinate a cambiare in maniera costante e repentina. Le analisi che si andranno a svolgere in merito saranno veloci ed efficaci e potranno affiancare le conoscenze di colui che vi si affida per poter avere, un risultato che sia comunque ottimale.

Buono l’utilizzo nella generazione di quelle che sono le newsletter periodiche o le e-mail che vengono inviate ad intervallo di tempo regolare per la pubblicizzazione di taluni contenuti piuttosto che di altri.

I viaggi

La Chap GPT può offrire notevoli vantaggi per quello che riguarda la gestione dei propri viaggi. Infatti, inserendo la meta e indicando cosa si vuole sapere in maniera specifica, essa è in grado di offrire una serie di informazioni che saranno molto utili per la preparazione della valigia e per non farsi trovare impreparati.

Grazie all’IA si potranno stilare delle liste di viaggio, utili soprattutto se ci si reca in posti che non si conoscono. In maniera veloce il sistema indica i documenti da portare con sé e tutto ciò che potrebbe essere utile.

Ovviamente, anche in questo caso, il grande aiuto offerto, deve essere affiancato dalla valutazione di quelli che sono i bisogni e le abitudini del viaggiatore stesso.

Nelle scuole

Anche l’istruzione non è passata indenne all’utilizzo di questa intelligenza artificiale che sembra essere in grado di abbracciare numerosi settori. All’interno della scuola, si è pensato che la Chat GPT potrebbe essere utile per la correzione dei testi, per prendere appunti e per verificare che le informazioni ottenute siano veramente corrette.

Purtroppo, però, qui dove il sistema potrebbe offrire maggiori opportunità, è importante prestare maggiore attenzione. Gli studenti non devono utilizzate l’IA per fare i compiti e per superare le verifiche. Un bisogno di controllo, da parte del sistema scolastico che, ad esempio, negli Stati Uniti ha portato ad un divieto per quello che riguarda l’utilizzo del programma, da parte degli studenti.

Quello che si auspica, soprattutto in ambito scolastico è che vi sia un utilizzo mirato e controllato. Non deve essere la scusa, per lo studente, di sottrarsi a quelli che sono i propri compiti e il proprio dovere.

I rischi di un utilizzo incontrollato dell’Intelligenza Artificiale

Per un utilizzo effettivamente efficace dell’intelligenza artificiale è indispensabile che essa venga applicata nella maniera corretta. L’incapacità di fare questo ha portato a sollevare non pochi dubbi a riguardo.

Innanzitutto, dal punto di vista etico ci si è chiesti se sia più o meno giusto, che il sistema venga utilizzato per lo svolgimento di funzioni tipicamente destinate all’uomo. Come visto, in effetti, anche l’IA non è immune ad errori e questo avviene innanzitutto perchè la Chat GPT non sempre è in grado di comprendere la richiesta e il suo contesto e questo porta alla generazione di risposte incomplete e sbagliate.

La serie di informazioni a cui il sistema attinge, potrebbe non essere completo e quindi è possibile che non si ottenga quello di cui realmente si ha bisogno, senza considerare che il database a cui si riferisce il sistema potrebbe contenere anche dei dati sensibili che verrebbero mal gestiti.

Nonostante tutto questo e un bisogno di revisione dell’intero sistema, non è certo minimo il rischio che, almeno per un certo lasso di tempo, l’IA possa andare a sostituire il lavoro umano, anche se ne auspica un utilizzo intelligente e controllato.

Prompt per chat GPT: cos’è un prompt?

Un prompt è una frase o un’istanza di testo che viene fornita a un algoritmo di elaborazione del linguaggio naturale (NLP) per generare una risposta. In sostanza, il prompt indica all’algoritmo il tipo di risposta che si sta cercando e può essere usato per addestrare il modello a generare output specifici.

In generale, i prompt sono utilizzati per creare conversazioni naturali tra un utente umano e un’entità artificiale, come un assistente virtuale. Ad esempio, un assistente virtuale di un’azienda potrebbe essere programmato per rispondere alle domande dei clienti sulla loro politica di reso. In questo caso, il prompt potrebbe essere “Quali sono le politiche di reso della vostra azienda?”

Come creare un prompt

Creare un prompt efficace richiede alcune competenze fondamentali di scrittura e conoscenza del dominio specifico dell’argomento che si vuole affrontare. Ecco alcuni suggerimenti per creare prompt efficaci:

  • Sii specifico: usa parole chiave specifiche e precisa il contesto della richiesta. Ad esempio, invece di chiedere “Quali sono le scarpe più popolari?”, chiedi “Quali sono le scarpe da corsa più popolari del 2022?”
  • Usa un tono naturale: quando crei un prompt, immagina di avere una conversazione con un amico. Usa un linguaggio colloquiale e evita il jargon tecnico.
  • Evita domande a risposta sì/no: per rendere il prompt più interessante e stimolante, fai domande aperte che richiedono una risposta più articolata.
  • Usa esempi concreti: per aiutare il modello a comprendere meglio il contesto e l’obiettivo del prompt, usa esempi concreti e situazioni reali.

Efficacia del prompt

La chiave per un prompt efficace è la sua capacità di fornire al modello di elaborazione del linguaggio naturale un contesto chiaro e preciso per generare una risposta coerente e utile. Un prompt ben formulato può aumentare significativamente l’accuratezza delle risposte del modello.

Tuttavia, non c’è un unico prompt perfetto per ogni situazione. Il miglior prompt dipenderà dal dominio specifico dell’argomento, dall’obiettivo della conversazione e dal pubblico target. Ad esempio, un prompt efficace per un assistente virtuale di una compagnia aerea potrebbe essere “Quali sono le opzioni di volo disponibili per il mio itinerario?” mentre un prompt utile per un assistente virtuale di una banca potrebbe essere “Quali sono le opzioni di investimento a breve termine disponibili per me?”.

Come scegliere un prompt

Per scegliere il miglior prompt per un determinato scopo, è importante considerare l’obiettivo della conversazione, il pubblico target e il contesto specifico dell’argomento. Ad esempio, se si vuole creare un assistente virtuale per un negozio online di abbigliamento, il prompt potrebbe essere “Cosa posso aiutarti a trovare nella nostra collezione di abiti per l’estate?”. Questo prompt è specifico, utilizza parole chiave pertinenti al contesto e si rivolge al pubblico target.

Inoltre, è importante valutare la lunghezza del prompt. In generale, i prompt più brevi sono più facili da interpretare e forniscono al modello informazioni più chiare e precise. Tuttavia, a volte un prompt più lungo può essere necessario per fornire al modello il contesto necessario per generare una risposta accurata.

Infine, è possibile utilizzare tecniche di analisi dei dati per valutare l’efficacia dei prompt. Ad esempio, è possibile valutare le risposte generate dal modello in base ai diversi prompt utilizzati e determinare quali prompt hanno prodotto le risposte più accurate e utili.

Trucchi Chat GPT

Esistono alcune tecniche specifiche per utilizzare al meglio il modello di Chat GPT. Ecco alcuni trucchi per ottimizzare le prestazioni del modello:

  • Utilizzare prompt specifici: utilizzare prompt specifici e pertinenti al contesto può migliorare l’accuratezza delle risposte del modello.
  • Utilizzare prompt multipli: utilizzare più prompt per lo stesso argomento può fornire al modello un contesto più ampio e migliorare la varietà delle risposte generate.
  • Utilizzare un livello di “temperatura” adeguato: regolare il livello di “temperatura” può influire sulla creatività delle risposte generate dal modello. Un livello più basso di temperatura produrrà risposte più conservatrici e ripetitive, mentre un livello più alto produrrà risposte più creative e sorprendenti.
  • Valutare costantemente le risposte generate: valutare costantemente le risposte generate dal modello può aiutare a identificare eventuali problemi e a migliorare l’accuratezza delle risposte.

In conclusione, la creazione di prompt efficaci è un aspetto cruciale per ottenere prestazioni ottimali da un modello di elaborazione del linguaggio naturale come Chat GPT. Utilizzando prompt specifici, pertinenti e multipli, e regolando il livello di “temperatura”, è possibile ottenere risposte accurate e utili dal modello. Inoltre, valutare costantemente le risposte generate dal modello può aiutare a identificare eventuali problemi e a migliorare la qualità delle risposte.

Chat GPT: come utilizzarlo per contenuti SEO e Marketing?

Chiedi ulteriori informazioni al nostro Chatbot. (abbi pazienza se non risponde correttamente, a volte è un poco pigro…)

Dubbi? Domande?Chiedimi ORA

Scopri come posso aiutarti
e far crescere la tua attività

Abbi pazienza se qualcosa non funziona correttamente, è ancora  sperimentale…