I siti multilingue: possibilità interessante per WordPress e altri CMS

siti multilingua
siti multilingua

siti multilingua

I siti web multilingue estendono i contenuti in diverse lingue, permettendo al pubblico di accedere alle informazioni nella lingua preferita. Allo stesso tempo, aiutano le aziende a massimizzare la loro portata e l’interazione con il pubblico globale. Implementando le migliori pratiche di SEO tecnico, le aziende possono sbloccare una serie di benefici maggiori. Ad esempio, l’ottimizzazione strategica di diversi elementi tecnici può aiutare le aziende a catturare efficacemente le query specifiche per la lingua e migliorare la loro visibilità e posizionamento nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca (SERP). Questo può aumentare il traffico del sito web, accelerando le possibilità di alte conversioni e ricavi. Tuttavia, diverse sfide potrebbero influire sulle prestazioni del sito web multilingue dotati di strumenti di traduzione automatica.

In questo post, condivideremo quattro suggerimenti di SEO tecnico per ottimizzare i siti web multilingue per ottenere i migliori risultati. Iniziamo esaminando i principali problemi con i siti web multilingue.

Mancanza di una solida struttura URL nei siti multilingue

Gli URL permettono al pubblico di navigare tra le diverse versioni linguistiche del sito web multilingue, migliorando l’esperienza dell’utente. Oltre a questo, informano i motori di ricerca sul contenuto della pagina per garantire un corretto indicizzazione e targeting linguistico. Una mancanza di URL ben strutturati può influire negativamente sull’esperienza dell’utente e portare a un indicizzazione errata.

Scarsa traduzione e ottimizzazione dei contenuti

Tradurre i contenuti in diverse lingue mantenendo intatti il contesto e i parametri SEO è una sfida per i siti web multilingue. Ad esempio, tradurre contenuti in spagnolo in inglese incorporando parole chiave pertinenti nella rispettiva lingua può essere complicato. Inoltre, le traduzioni letterali possono cambiare il significato del contenuto originale, indebolendo la strategia di contenuto e SEO.

Problemi di contenuto duplicato

I motori di ricerca possono interpretare diversi URL con lo stesso contenuto come pagine separate. Questo può portare a problemi di contenuto duplicato (+ penalità!)

Reindirizzamenti automatici

I reindirizzamenti automatici da una lingua all’altra in base al browser dell’utente possono impedire a loro (e ai motori di ricerca) di visualizzare diverse versioni del tuo sito web.

Suggerimenti SEO tecnici per siti web multilingue

Ora che conosci le principali sfide, esploriamo i quattro suggerimenti SEO tecnici per combatterle e migliorare le prestazioni del tuo sito web multilingue.

Concentrati sulla struttura dell’URL

Creare URL dedicati per ogni lingua e versione del paese invia segnali per aiutare i motori di ricerca come Google a indicizzare correttamente il sito web. Questa pratica aumenta le possibilità che le pagine del tuo sito web appaiano nei risultati di ricerca in diverse lingue. Il risultato? Miglioramenti nel posizionamento nelle SERP! Quindi, specifica le regioni che vuoi targettizzare con le lingue per soddisfare il pubblico di destinazione. Ecco alcuni approcci cruciali da considerare durante la determinazione della struttura dell’URL.

siti multilingua

Domini separati o ccTLD (Country Code Top-Level Domains)

Questo approccio prevede l’uso di nomi di dominio separati o ccTLD specifici per ogni versione di lingua o paese di un sito web multilingue. I ccTLD sono domini di due lettere assegnati a singoli paesi. Ecco alcuni esempi:

miositoweb.es miositoweb.fr miositoweb.com

Qui, il dominio “.es”, “.fr” e “.com” riflettono rispettivamente le versioni spagnole, francesi e inglesi del sito web. Questo approccio facilita l’identificazione da parte dei motori di ricerca e degli utenti che il contenuto è destinato a specifici paesi. In questo modo, i domini separati possono aiutarti con un chiaro targeting regionale. Tuttavia, acquistare e gestire più domini può essere un’impresa costosa. Inoltre, la costruzione di backlink e autorità per ciascuno può consumare risorse, tempo e sforzo.

Sottodirectory con gTLD (Generic top-Level Domain)

Questo approccio prevede l’uso di sottodirectory che riflettono diverse versioni di paese o lingua di un sito web multilingue all’interno di un unico dominio (stesso gTLD). Ecco alcuni esempi:

miositoweb.com/es miositoweb.com/fr miositoweb.com/en

Qui, “.com” riflette l’estensione del dominio gTLD mentre “/es”, “/fr” e “/en” rappresentano rispettive sottodirectory per le versioni spagnole, francesi e inglesi del sito multilingue. Questa pratica ti permette di centralizzare l’hosting e gli sforzi SEO sotto un unico dominio. Tuttavia, gli utenti potrebbero confondersi su se le sottodirectory rappresentano il paese o la lingua per diversi casi (fr – paese o lingua).

Sottodomini con gTLD

Questo approccio prevede l’uso di sottodomini per evidenziare diversi paesi o versioni linguistiche di un sito web multilingue mantenendo lo stesso gTLD per il dominio principale. Vedi gli esempi qui sotto:

es.miositoweb.com fr.miositoweb.com en.miositoweb.com

Qui, “.com” riflette l’estensione del dominio gTLD mentre “es”, “fr” e “en” prima del nome del dominio rappresentano rispettivi sottodomini per le versioni spagnole, francesi e inglesi del sito multilingue. Implementare e gestire questo approccio può richiedere sforzi e tempo rigorosi. Ancora una volta, la struttura potrebbe confondere gli utenti. Tuttavia, l’hosting localizzato è conveniente e può aiutare a migliorare la velocità della pagina del sito web.

Parametri URL

Questo approccio prevede l’aggiunta di un parametro URL all’URL per specificare la versione del paese o della lingua. Ecco alcuni esempi:

miositoweb.com/page?lang=fr miositoweb.com/page?lang=es miositoweb.com/page?lang=en

I parametri URL “?lang=fr”, “?lang=es” e “?lang=en” rappresentano rispettivamente le versioni francesi, spagnole e inglesi. Google non raccomanda questo approccio perché gli URL con parametri possono confondere i motori di ricerca, influenzando negativamente l’indicizzazione.

Traduci e ottimizza le pagine

sito multilingua

Una traduzione e ottimizzazione accurata delle pagine può aiutarti a raggiungere il pubblico di destinazione e a comunicare efficacemente il messaggio del brand. Quindi, inizia con la traduzione dei contenuti. Se ti affidi a strumenti come Google Translate, rileggi attentamente i contenuti per verificarne l’accuratezza. Mentre Google ha incorporato nuove funzionalità alimentate da AI per fornire traduzioni accurate basate sul contesto e sull’intento, non correre alcun rischio. Anche piccoli errori e imprecisioni possono alterare il significato previsto del contenuto, danneggiando così l’esperienza dell’utente. Durante la rilettura, presta particolare attenzione a elementi come:

Formato di data e ora. Unità di misura (lunghezza, volume, peso, ecc.). Riferimenti culturali (idiomi, metafore, ecc.). Valuta (formato monetario, simbolo della valuta, valore di conversione, ecc.).

La cosa fondamentale da ricordare qui è che tutto sulla tua pagina web dovrebbe risuonare con la lingua del pubblico di destinazione, compreso lo stile di scrittura e gli elementi visivi. Quindi, evita di usare frasi e immagini che sono culturalmente inappropriate.

Ecco come puoi ottimizzare i contenuti per ogni area geografica dei tuoi visitatori:

Usa parole chiave multilingue per il targeting geografico:

Non dimenticare di tradurre le parole chiave! Tuttavia, piuttosto che attenersi a traduzioni esatte, usa termini di ricerca popolari nelle rispettive lingue che possono attrarre di più i parlanti nativi. Trovare parole chiave multilingue efficaci per i mercati di destinazione che si allineano con i tuoi contenuti può potenziare gli sforzi SEO.

Ottimizza gli elementi SEO vitali:

Traduci i seguenti elementi di contenuto non visibili per garantire che i tuoi sforzi di SEO internazionale siano un successo. Non farlo può inviare informazioni false ai bot dei motori di ricerca che indicizzano il tuo sito web.

Meta descrizioni:

Crea meta descrizioni accattivanti includendo parole chiave pertinenti nelle lingue secondo il pubblico di destinazione. Anche se non contribuiscono direttamente ai ranking, possono influenzare positivamente il tasso di click-through delle pagine.

Tag del titolo:

Aggiungi tag del titolo che trasmettono le informazioni della pagina per ogni lingua. Includi una parola chiave multilingue per garantire che i motori di ricerca capiscano il contesto e forniscono i ranking. Tuttavia, evita di usare clickbait.

Testi alternativi delle immagini:

Scrivi testi alternativi accurati e utili che descrivono le immagini per ogni lingua. Oltre a migliorare l’accessibilità della pagina, migliorano le possibilità che le immagini appaiano nei risultati di ricerca di Google in diverse lingue.

Nota: La lunghezza delle meta descrizioni, dei tag del titolo e del testo alternativo delle immagini varierà in base ai motori di ricerca. Ad esempio, scrivere meta descrizioni di 150-160 caratteri è una buona pratica per ottenere posizionamenti nelle SERP di Google. Tuttavia, per il motore di ricerca cinese Baidu, dovresti mantenere meta descrizioni di circa 120 caratteri cinesi.

Link interni:

Aggiungi link di contenuto interni a pagine pertinenti e utili nella stessa lingua. Ad esempio, collega una pagina francese ad altre pagine francesi pertinenti sul sito web. Questa pratica aiuterà a semplificare la navigazione dell’utente mentre aiuta i motori di ricerca a scoprire le relazioni tra le pagine.

Usa i tag Hreflang

Hreflang è un attributo HTML che segnala ai motori di ricerca le variazioni di contenuto. Ecco come appare un tag hreflang:

<link rel=”alternate” hreflang=”en-us” href=”http://mysito.com” />

Qui:

<link rel=”alternate”> riflette la versione alternativa della pagina web. hreflang=”en-us” evidenzia la lingua (inglese) e la regione (Stati Uniti) della versione alternativa. L’attributo “en-us” indica che la pagina si rivolge a parlanti di inglese nella regione degli Stati Uniti. href=”http://mysito.com” rappresenta l’URL della versione alternativa.

Poiché rappresentano variazioni di lingua uniche, un’implementazione appropriata di hreflang può prevenire problemi e penalità di contenuto duplicato.

I punti chiave da ricordare durante l’implementazione dei tag hreflang:

Posizionali o nella sezione <head> della pagina HTML, negli header HTTP (PDF e altri file non HTML), o all’interno dei tag <loc> di una mappa del sito XML. Considera di includere un codice di lingua e, opzionalmente, un codice di regione. Il codice della lingua dovrebbe essere nel formato ISO 639-1 e il codice della regione dovrebbe essere nel formato ISO 3166-1 Alpha 2. Aggiungili a tutte le pagine con variazioni di lingua, compresa la versione principale (autoreferenziale). Questo indica a Google che c’è un collegamento tra le pagine, altrimenti il motore di ricerca potrebbe fraintendere le annotazioni hreflang. Includi una pagina predefinita utilizzando il tag hreflang “x-default”. Aiuta gli utenti a selezionare una lingua adatta quando non riescono a trovare una versione appropriata.  Bisogna lavorare per l’implementazione di hreflang per dettagli completi. Nota: I tag hreflang dicono ai motori di ricerca come Google e Yandex sulla variazione contenuto, ma non sono direttive. Inoltre, motori di ricerca come Bing e Baidu non contano sui tag hreflang. Invece, sfruttano i meta tag “content-language” per valutare la variazione del contenuto.

Fornisci un selettore di lingua

Una buona pratica per i siti web multilingue è fornire un selettore di lingua del paese. Un selettore di lingua si riferisce a un componente dell’interfaccia utente (UI) che consente agli utenti di selezionare una lingua che preferiscono mentre esplorano un sito web multilingue. Aiutano a indirizzare diversi parlanti di lingue dallo stesso paese, a distinguere tra lingue e a comunicare efficacemente con i clienti. Questo può aiutare a sostenere i tuoi sforzi SEO offrendo una migliore usabilità e crawling del sito web. I plugin possono fornire selettori di lingua. Tuttavia, ci possono essere scelte migliori rispetto alla presentazione di bandiere nazionali in base ai pubblici di destinazione. Ad esempio, se un sito web con sede negli Stati Uniti mira ad attrarre canadesi di lingua spagnola e americani di lingua italiana, ci possono essere opzioni migliori rispetto all’uso di bandiere spagnole e italiane.

Il motivo?

Le bandiere specificano i paesi, non le lingue. Più paesi possono parlare la stessa lingua. Un paese può avere diverse lingue ufficiali. I visitatori possono confondersi vedendo più bandiere e fare la scelta sbagliata.

Cosa dovresti fare?

Puoi fare riferimento a una lingua nel suo modo nativo di rappresentazione. Ad esempio, usa “日本語” piuttosto che “Japanese” e “Deutsch” piuttosto che “German”. Inoltre, puoi utilizzare l’ISO 639, uno standard internazionale. Si compone di un insieme di codici di due lettere per classificare le lingue. Ad esempio, l’inglese è rappresentato dal codice EN, il francese da FR, e così via. Sfrutta qualsiasi metodo adatto per permettere agli utenti di selezionare la loro lingua preferita.

Altre considerazioni per lo sviluppo dei siti multilingua

Gestione dei contenuti localizzati tradotti in diverse lingue

Quando crei un sito web multilingue, è fondamentale che tu consideri la localizzazione dei contenuti. Questo non significa solo tradurre il testo, ma anche adattare i contenuti per rispettare le norme culturali e le aspettative del pubblico locale. Ad esempio, le immagini, i colori, i simboli e le espressioni culturali dovrebbero essere adattati per risuonare con il pubblico locale. Questo può richiedere una ricerca approfondita e una comprensione della cultura locale.

Considera le differenze nei motori di ricerca

Google potrebbe essere il motore di ricerca più popolare a livello globale, ma non è il più utilizzato in ogni paese. Ad esempio, in Cina, Baidu è il motore di ricerca più popolare, mentre in Russia, Yandex domina il mercato. Quando ottimizzi il tuo sito per i motori di ricerca, dovresti considerare le differenze tra i vari motori di ricerca e adattare la tua strategia di SEO di conseguenza.

Gestione dei link rotti

I link rotti possono avere un impatto negativo sulla user experience e sul posizionamento del tuo sito nei risultati dei motori di ricerca. Quando gestisci un sito web multilingue, il rischio di avere link rotti aumenta, poiché devi gestire più versioni dello stesso sito. Assicurati di avere un processo in atto per monitorare e correggere i link rotti.

Presta attenzione alla velocità del sito

La velocità del sito è un fattore chiave per l’esperienza dell’utente e per il posizionamento nei motori di ricerca. Quando gestisci un sito web multilingue, potrebbe essere necessario ospitare il sito su server diversi per garantire che le pagine si carichino rapidamente per gli utenti in diverse parti del mondo. Questo può richiedere una pianificazione e una gestione attente.

Gestione delle valute e delle unità di misura

Se il tuo sito web vende prodotti o servizi, dovrai gestire diverse valute e unità di misura. Questo può essere complicato, poiché dovrai garantire che i prezzi e le unità di misura siano corretti e aggiornati per ogni mercato. Potrebbe essere necessario utilizzare un plugin o un servizio di terze parti per gestire questo aspetto del tuo sito web multilingue.

Ottimizzazione per dispositivi mobili

L’ottimizzazione per dispositivi mobili è fondamentale per qualsiasi sito web, ma è particolarmente importante per i siti web multilingue. Gli utenti in diversi paesi potrebbero accedere al tuo sito da diversi tipi di dispositivi, quindi è fondamentale che il tuo sito sia ottimizzato per tutti i tipi di schermi.

 Gestione dei commenti e delle recensioni

Se il tuo sito web permette ai visitatori di lasciare commenti o recensioni, dovrai gestire questi in diverse lingue. Questo può essere complicato, poiché potrebbe essere necessario tradurre i commenti o le recensioni per comprenderli e rispondere in modo appropriato.

Considera le leggi sulla privacy e sui cookie

Le leggi sulla privacy e sui cookie variano da paese a paese. Quando gestisci un sito web multilingue, dovrai garantire che il tuo sito rispetti le leggi di ogni paese in cui operi. Questo potrebbe richiedere l’assistenza di un avvocato o di un consulente legale.

Gestione dei social media

Se il tuo sito web ha presenza sui social media, dovrai gestire account separati per ogni lingua o paese. Questo può richiedere un notevole investimento di tempo e risorse, ma può aiutare a costruire una relazione più stretta con il tuo pubblico locale.

Monitoraggio e analisi

Infine, è importante monitorare e analizzare le prestazioni del tuo sito web in ogni lingua e paese. Questo ti permetterà di identificare eventuali problemi o opportunità e di adattare la tua strategia di conseguenza. Utilizza strumenti come Google Analytics per monitorare le metriche chiave come il traffico del sito, il tasso di rimbalzo e il tempo trascorso sul sito.

Pensieri finali

Seguire i suggerimenti di SEO tecnico sopra menzionati per i siti web multilingue ti aiuterà a superare le principali sfide, garantendo che ogni pagina del tuo sito web sia ben strutturata e ottimizzata. Oltre a fornire una buona esperienza utente, questi suggerimenti renderanno più facile per i motori di ricerca trovare e indicizzare le tue pagine web in tutte le lingue. Inoltre, al di là delle tecnicità, concentrati sul comportamento del motore di ricerca specifico per la lingua e sulle migliori pratiche SEO dei paesi di destinazione. Sul fronte del SEO dei contenuti, comprendi la cultura locale, la lingua e come gli utenti interagiscono con il motore di ricerca. Il contenuto che risuona con il pubblico in termini di lingua e rilevanza fornisce valore al pubblico di destinazione.

Come creare un sito multilingue con WordPress o con i CMS più popolari

Creazione di un sito web multilingue con WordPress

WordPress è uno dei CMS più popolari e offre diverse opzioni per creare un sito web multilingue. Uno dei modi più comuni è utilizzare un plugin come WPML o Polylang. Questi plugin ti permettono di tradurre i tuoi contenuti in diverse lingue e di gestire le diverse versioni del tuo sito. Dopo aver installato e attivato il plugin, dovrai configurarlo selezionando le lingue che desideri utilizzare. Successivamente, potrai tradurre i tuoi contenuti, compresi i post, le pagine e i menu. Infine, dovrai aggiungere un selettore di lingua al tuo sito per permettere ai visitatori di scegliere la loro lingua preferita.

Creazione di un sito web multilingue con Shopify

Shopify offre supporto integrato per i siti web multilingue. Puoi aggiungere lingue al tuo negozio Shopify dal pannello di controllo. Dopo aver aggiunto una lingua, potrai tradurre i tuoi contenuti utilizzando l’editor di lingue di Shopify. Inoltre, Shopify ti permette di personalizzare l’URL del tuo negozio per ogni lingua, il che può aiutare a migliorare il tuo SEO. Infine, dovrai aggiungere un selettore di lingua al tuo negozio per permettere ai clienti di scegliere la loro lingua preferita.

Creazione di un sito web multilingue con Wix

Wix offre una funzione chiamata Wix Multilingual che ti permette di creare un sito web multilingue. Per utilizzare questa funzione, dovrai prima aggiungere le lingue che desideri utilizzare. Successivamente, potrai tradurre i tuoi contenuti utilizzando l’editor di Wix. Wix ti permette anche di personalizzare l’URL del tuo sito per ogni lingua. Infine, dovrai aggiungere un selettore di lingua al tuo sito per permettere ai visitatori di scegliere la loro lingua preferita.

Creazione di un sito web multilingue con Joomla

Joomla offre supporto nativo per i siti web multilingue. Per creare un sito web multilingue con Joomla, dovrai prima installare le lingue che desideri utilizzare. Successivamente, dovrai creare categorie, articoli e menu per ogni lingua. Joomla ti permette anche di associare articoli e menu in diverse lingue, il che può aiutare a migliorare la navigazione del tuo sito. Infine, dovrai aggiungere un modulo di switcher di lingua al tuo sito per permettere ai visitatori di scegliere la loro lingua preferita.

Creazione di un sito web multilingue con PrestaShop

PrestaShop offre supporto nativo per i siti web multilingue. Per creare un sito web multilingue con PrestaShop, dovrai prima aggiungere le lingue che desideri utilizzare dal tuo pannello di controllo. Successivamente, potrai tradurre i tuoi contenuti utilizzando l’editor di traduzione di PrestaShop. PrestaShop ti permette anche di personalizzare l’URL del tuo negozio per ogni lingua. Infine, dovrai aggiungere un selettore di lingua al tuo negozio per permettere ai clienti di scegliere la loro lingua preferita.

Creazione di un sito web multilingue con Magento

Magento è una piattaforma di e-commerce potente e flessibile che offre supporto per i siti web multilingue. Per creare un sito web multilingue con Magento, dovrai prima creare store view separati per ogni lingua che desideri utilizzare. Successivamente, potrai tradurre i tuoi contenuti utilizzando il sistema di traduzione inline di Magento o importando file di traduzione. Magento ti permette anche di personalizzare l’URL del tuo negozio per ogni lingua. Infine, dovrai aggiungere un selettore di lingua al tuo negozio per permettere ai clienti di scegliere la loro lingua preferita.

Chiedi ulteriori informazioni al nostro Chatbot. (abbi pazienza se non risponde correttamente, a volte è un poco pigro…)

Dubbi? Domande?Chiedimi ORA

Scopri come posso aiutarti
e far crescere la tua attività

Abbi pazienza se qualcosa non funziona correttamente, è ancora  sperimentale…