Web Stories cosa sono e come si usano

Scopriamo tutti i benefici delle web stories 

Novità in casa Google che offre uno strumento in più per fare lo storytelling. I creatori di contenuti e proprietari di siti web hanno ora una nuova opzione: le web stories. Si tratta di storie come quelle a cui siamo abituati sui social network, solo che si trovano sul tuo sito. In questo articolo vediamo cosa sono le web stories e come si creano.

Web Stories: di cosa si tratta

Le storie sui social sono estremamente coinvolgenti, lo dimostrano le storie su Instagram, i contenuti a fruizione veloce e i Shorts su Youtube. Le storie sono uno strumento molto versatile per strutturare lo storytelling sia per i creator che per le aziende. Di cosa si tratta nello specifico? Le Google Web Stories sono esperienze a tutto schermo che è possibile implementare sul tuo sito web grazie alla tecnologia AMP.

A differenza delle storie di Instagram o Facebook, e altri contenuti video veloci, le Web Stories possono essere pubblicate sul sito. Le web stories forniscono un’esperienza unica per l’utente e ti offre la possibilità di includere link, call to action e Google AdWords. Le Web Stories sono un ottimo strumento per creare brand awareness, perché si possono condividere narrazioni del marchio e gli utenti sono più coinvolti. Le storie sono disponibili sul tuo sito web, ma possono essere trovate su Google e in Google Immagini.  Perché è importante come strumento? Le Web stories sono un contenuto che può essere sfruttato ai fini della SEO.

Attenzione a non confondere le Web Stories con le gallerie di immagini scorrevoli che Google mostra nei risultati di ricerca da mobile.  Vediamo ora come funzionano le Web Stories e come si usano.

Web Stories: come funzionano

Le Web Stories possono essere create attraverso un montaggio, inserendo descrizioni, video, immagini e link. E’ possibile creare utilizzando la libreria media del sito oppure uno stock gratuito.  Le Web Stories sono molto simili alle storie dei social media, tant’è vero che uno degli ultimi aggiornamenti ha inseirto anche strumenti come gli swipe, anche se c’è da dire che non è sempre ottimale per l’esperienza utente. Questo perché si rischia che l’utente scorrendo da mobile l’articolo potrebbe accidentalmente aprire la storia senza volerlo. Come influiscono le web stories sulla SEO e quali opportunità possono offrire?

Le Web Storie e opportunità per la SEO

Le SEO web stories sono un’opportunità per far crescere il traffico verso il tuo sito. Dai test emerge che le web stories che il traffico sull’archivio delle web stories e sulle web stories singole è in forte aumento. Per sfruttarle al meglio è bene creare una strategia che includa le web stories che siano connesse agli articoli che performano meglio in modo organico. Successivamente si inseriscono le storie all’interno degli articoli per aumentare il coinvolgimento e il passaggio tra un articolo ed altro. In questo modo si struttura anche la user experience e si offre uno storytelling interessante. 

L’utente che vede la storia viene agganciato, ma non vede più il meù del sito né le breadcrumbs. Per favorire la user experience è bene inserire un link che faccia tornare all’articolo o alla homepage, per evitare che l’utente si perda, altrimenti potrebbe succedere che l’utente si spazientisca e che chiuda proprio la pagina. E’ possibile tracciare le storie attraverso Analytics per conoscere le performance. Le web stories sono la categoria di content più performante del sito, però bisogna fare attenzione a non penalizzare l’articolo. 

Dimensioni e Caratteristiche delle Google Web Story

Tra le caratteristiche indispensabili per postare una corretta “Story” annoveriamo:

  • La corretta gestione dei tag seo classici, come title, description, categoria;
  • Dimensioni: 720 x 1280 pixel;
  • Non bisogna inserire link nella parte superiore ed inferiore, nello spazio marginale di 83px dall’alto o dal basso;
  • Inserire almeno 4 schermate;
  • Inserire testi che abbiamo una corretta variazione cromatica con gli sfondi;
  • Testo per pagina: circa 200 caratteri: né superiore, né troppo inferiore;
  • Corretto dimensionamento delle immagini (non devono essere troppo sgranate;
  • Corrette impostazioni di accessibilità (testo assistivo alle immagini);

Il futuro delle Web Stories su Google

Stiamo andando sempre di più nella direzione di contenuti di veloce fruizione. Tuttavia questo trend deve incontrare necessariamente il bisogno di contenuti anche strutturati che risolvano problemi e offrano informazioni complete. Le web stories possono integrarsi all’interno dei contenuti, diventando un recap, un riassunto, una guida al lettore in modo che possa scoprire altri contenuti più complessi. Devi riuscire a sfruttare le Web Stories per invogliare il tuo utente a consultare i tuoi contenuti e rispondere alle tue call to action in modo che tu possa convertirlo in cliente. 

Le Web Stories si inseriscono all’interno di una strategia di content creation più ampia. 

Come creare le Web Stories

Prima di passare alla creazione delle Web Stories bisogna essere consapevoli del proprio stile comunicativo e della consapevolezza del brand che si vuole avere sul mercato. Per creare le Web Stories è sufficiente utilizzare il plugin  creato da Google su WordPress e trascinare i contenuti dalla Libreria dei media oppure puoi scegliere uno strumento aggiuntivo come Newsroom AI.

Newsroom AI è uno strumento gratuito che ti permette di creare le web stories in modo facile e intuitivo. 

Web Stories

Benefici delle Web Stories: ne vale la pena?

Se sei ancora indeciso se fare Google Web stories valutiamo insieme quali sono i benefici del loro utilizzo all’interno della tua strategia. Innazitutto si tratta di un nuovo modo di farsi trovare dagli utenti sul web.  Rispetto alle storie sui social media il contenuto sul tuo sito internet è di tua proprietà. Puoi utilizzarle per inserire delle call to action e stimolare l’utente a compiere delle azioni specifiche. 

Infine Google è una miniera dove è possibile comparire sia nella ricerca sia sulla pagina di Google search e Google immagini.  Le web stories, come abbiamo visto, aggiungono esperienza utente al tuo sito internet e invogliano le persone a consumare altri tuoi contenuti. Un vantaggio non trascurabile è che le storie sono divertenti e di facile utilizzo. E’ stato stimato che le persone trascorrono in media 5 ore al giorno al telefono, tra social media e ricerche su internet, riuscire a coinvolgele tramite contenuti divertenti è un beneficio perché porta traffico al tuo sito. 

Infine, ma non il meno importante: potrebbero essere divertenti per te che le crei.  Ovviamente, le web stories come tutti gli strumenti non vanno bene per tutti i siti né per tutti gli utenti. E’ importante conoscere il proprio brand e il proprio target di riferimento, ma se si sfruttano in modo opportuno possono essere una buona risorsa per aumentare il traffico al proprio sito. 

Esempio di Google Web Story

Chiedi ulteriori informazioni al nostro Chatbot. (abbi pazienza se non risponde correttamente, a volte è un poco pigro…)

Cosa propone Gianni Puglisi?
Come contatto Gianni Puglisi?
Cosa propone Gianni Puglisi?
Come contatto Gianni Puglisi?

Abbi pazienza se qualcosa non funziona correttamente, è ancora  sperimentale…